Rock’n’Roll!

Ciao a tutti. Aggiorno il blog in spaventoso ritardo. Non scherzo quando vi dico che mi faceva paura solo vedere il link del mio blog sulla barra dei preferiti, e sapere che avrei dovuto riscriverci, prima o poi. Mi è tornata la voglia, improvvisamente. Ho passato l’anno più terribilmente irreale della mia vita, sono stata travolta da eventi più grandi di me, ma sono viva e pian piano raccolgo i pezzi. Da maggio 2012 disegno poco e “tanto per” vedere che comunque la mia passione non dev’essere buttata via. Ho capito tantissime cose di me, e tra le tante ho capito quanto mi piace l’illustrazione per bambini e penso che punterò a questo. Sono stata selezionata al Lucca Comics Junior 2012, ad EurHope 2013, esponendo al Palazzo Ducale di Genova e a Wow – museo del fumetto di Milano. Sto collaborando con un importante autore di fumetti italiano. Ho continui riscontri di gente del mio ramo che mi dice di non buttare tutto nel ce*so. E quindi vado avanti su questa impervia strada. Qualsiasi creativo, che sia un disegnatore, un musicista, uno scrittore, ecc, può capirmi se dico che la passione che ci muove ogni giorno sembra quasi una maledizione. Ho visto il miraggio di una normalità, di un lavoro come hanno tanti, in fabbrica, in un bar, in un supermercato. Otto ore al giorno, stipendio “sicuro”, casa, macchina, pagare affitti e bollette senza paura di non farcela. Che poi in tempi di crisi non si può neanche parlare di sicurezze. Ma ho desiderato molto questo modo di vivere. Tante amiche mi dicono che a 26 anni iniziano a sentire il bisogno di fare una famiglia, di un uomo che dia loro sicurezze economiche, di essere madri. Premetto che non sono contro nessuno stile di vita che ho scritto, dato che sono convinta che se una persona è felice della propria vita deve poter fare ciò che vuole. Ma, purtroppo o per fortuna, la “maledizione” della mia passione mi porta ad altre cose. In questi mesi mi sono sentita molto inadatta, soprattutto per il luogo in cui vivo. Se dici che disegni ti dicono “Ma che brava, bello.” e magari lo pensano veramente, ma senti negli sguardi delle domande. Fondamentalmente ti senti una bimba scema. Sì, ma poi? Ma i soldi? Come ti pagherai gli affitti? E se avrai dei figli, come li manterrai? E le bollette? Insomma, mi ha allettato parecchio il sogno di una vita “normale”. In questi paesi la gran parte dei miei coetanei lavora, va al bar, beve. Lavoro, bar, bevi, lavoro, bar, bevi. E per la prima volta in vita mia ho invidiato questo stile di vita. Praticamente mi sono dimenticata di me stessa. Improvvisamente mi sono sentita vecchia nell’animo, terrorizzata da ticchettio dell’orologio biologico, mi sono vista una casalinga frustrata che aspetta che il marito ritorni dal consueto “giro dei bar”, ubriaco. Bella lì! Mi sono fatta paura da sola, MA, con suoni di trombe stile apocalisse, ne sono uscita sconfiggendo i miei mostri. E sconfiggendo una realtà che mi ero costruita per sfuggire da una realtà di nulla. Dopo un anno cazzuto, mi sono ricordata di me e mi sono ripigliata. Finalmente! E così mi sa che mi vedrete disegnare ancora per un bel po’. Ho tanti progetti per la testa, ma me la prendo con calma. Ci sono i miei innamorati di sempre, china e pennello, che mi guardano con un po’ di risentimento. Ho una voglia assurda di inchiostrare, di intingere il pennello nella china e vedere le gocce che cadono. Vedere che il foglio si tinge di nero. Mi basterebbe fare anche un unico segno, ma per ora la testa non ci vuole pensare. Accampa mille scuse per non farmi allungare la mano e prendere il pennello. Difficile, per questo mi do un attimo di tempo.
Spero di non avervi annoiati. Potevo ridurre tutto ad una semplice frase, ma alla lunga dover dare un nome alle cose le banalizza. Ho scoperto quanto sia la curiosità a spingermi avanti, e che per quanto la vita possa essere spaventosa io avrò sempre il disegno dalla mia parte. Quindi a questo punto ve lo dico, banalmente: seguite SEMPRE i vostri sogni!
Ciao e a presto!
Andrea

Nelle foto (che lo scanner devo recuperarlo): prove di personaggi per un concorso di illustrazione e il disegno per EurHope!

8605_10200219057663866_517876728_n

11492_10200219055063801_349397274_n

954701_10200219057063851_323218056_n

998379_10200219057463861_1978253785_n

1011830_10200219053743768_2139227106_n

1043855_10200219058143878_1965219927_n

1044081_10200219056303832_2074446287_n

253363_4869881429626_171626163_n

Annunci

One thought on “Rock’n’Roll!

  1. Molto bella la casa con tutti gli inquilini!!
    E capisco benissimo quello di cui parli, penso siano dubbi che di tanto in tanto si affacciano sempre quando si sceglie di vivere una vita diversa da quella della maggior parte delle persone che ci circondano… a volte sembra che le scelte degli altri siano quelle giuste o quelle più sicure, semplicemente perché non sono le nostre o perché sono più comuni… l’importante è non cascarci! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...